O tempora o Nora

Standard

il blog di Costanza Miriano

CatacombeCallisto

di Costanza Miriano

Ho un problema. Ogni volta che in un articolo, un testo, un commento di qualsiasi genere compare la locuzione “in questi tempi difficili/cupi/bui” mi scatta l’impulso irrefrenabile di leggermi un po’ di Calvin e Hobbes, o Nora Ephron, o anche Zero Calcare. Qualcuno dei pilastri del mio buonumore, insomma.

View original post 296 more words

LA TELEVISIONE VISTA DA UN BIMBO

Standard

Un bambino pensando una preghiera, disse così:

 a

Signore questa notte ti chiedo una cosa speciale…

Trasformami in un televisore, così che io possa occupare il suo posto.

Mi piacerebbe vivere come il televisore di casa mia.

In altre parole avere una stanza speciale per riunire tutti i membri della mia famiglia attorno a me.

Esser preso sul serio quando parlo.

Fa che io sia al centro dell’attenzione così che tutti mi prestino ascolto senza interrompermi né discutere.

Mi piacerebbe provare l’attenzione particolare che riceve la televisione quando qualcosa non funziona…

E tener compagnia a mio papà quando torna a casa, anche quando è stanco dal lavoro.

E che la mia mamma, al posto di ignorarmi, mi cerchi quando è sola e annoiata.

E che i miei fratelli e sorelle litighino per stare con me…

E che possa divertire tutta la famiglia, anche se a volte non dico niente.

Mi piacerebbe vivere la sensazione di chi tralascia tutto per passare alcuni momenti al mio fianco.

Signore non ti chiedo molto. Solo vivere come qualsiasi televisore.

Come i Media Corrompono la Società
Dal blog di Annalisa Colzi