Osanna Yeah!

Standard

paolabelletti

(Articolo pubblicato per La Croce Quotidiano , il 6 febbraio 2015)la_Croce

Se guardando le vetrate istoriate-astratte (istoriastratte?) color verde mare e arancio di una chiesa moderna Isabella urla a favore di tutti i fedeli presenti “guarda mamma ci sono le Winx”. Se al “Santo o-o-o-o-o-o Santo- Osa-a-a-a-nnnnnnnna, Osanna eh! Osanna eh!” Margherita si lancia in una coreografia un po’ rock un po’pop nel corridoio e chiude il canto con “Osanna nell’arco dei cieli” e la mossa che usa Violetta nei finali di performance. Se la stretta di mano del segno della pace assomiglia al gioco della bottiglia senza bacio e il coretto che già urla un po’ viene amplificato come alla festa di fine liceo. Se al minimo aumento del livello di pathos nell’assemblea parte all’unisono il desiderio di applaudire tutt’insieme-dai (e comunque il Padre Nostro diciamolo per mano edddai che tti costa?!).

View original post 481 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s