Lectio della Domenica (III Quaresima)

Standard

COMBONIANUM - Formazione Permanente

III Domenica di Quaresima (B)
8 marzo 2015

III Domenica di Quaresima (B) 5

– Giovanni 2, 13-25 –

Nell’ambito di una festa di nozze, come a Cana (Gv 2,1-11), l’evangelista ha introdotto il suo messaggio: il compimento/superamento dell’antica alleanza con la nuova, proposta da Gesù. In questo ambito anche la realtà del tempio assumerà altro significato. L’opera del Messia non si innesterà sulle antiche istituzioni solo per purificarle e poi continuarle, ma sarà una totale novità che esigerà uno stacco con il passato. Il segno di Cana è stato l’inizio, il prototipo e chiave di interpretazione dei segni che seguiranno.

13 Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.

È la prima delle tre Pasque che saranno menzionate nel vangelo di Giovanni e per tre volte in questo vangelo si parla di: “la Pasqua dei Giudei”, espressione mai usata nell’AT dove si parla di Pasqua del Signore (Es 12,11.48; Lv 23,5;Nm…

View original post 2,755 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s