“Siamo pronti a dire: addio?”. Omelia di Papa Francesco del 19 maggio 2015

Standard

Cosa resta del giorno

Nell’omelia della Messa celebrata oggi, 19 maggio 2015 a Casa Santa Marta, Papa Francesco ha preso spunto dalle Letture (At 20, 17-27; Gv 17, 1-11) per soffermarsi sul nostro personale congedo da questo mondo. Ci farà bene pensare, ha detto il Santo Padre, a quel momento, nel quale rimetteremo tutto a Dio, affideremo noi stessi al Signore, la nostra vita, le nostre azioni, i nostri cari. Siamo preparati per questo? Siamo pronti a imparare a dire con tutta la forza quell’ultima parola: addio?

Questa è la trascrizione:

“Pensiamo oggi a quei poveri Rohingya del Myanmar. Al momento di lasciare la loro terra per fuggire dalle persecuzioni non sapevano cosa sarebbe accaduto loro. E da mesi sono in barca, lì… Arrivano in una città, dove danno loro acqua, cibo, e dicono: ‘andatevene via’. E’ un congedo. Tra l’altro, oggi accade questo congedo esistenziale grande. Pensate al congedo dei cristiani e degli yazidi…

View original post 201 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s