Giustificati per giustificare

Standard

Discernere

Venerdì della I settimana del Tempo di Quaresima
 

Il mondo intero aveva “qualcosa contro di Lui”. Ogni uomo, avvelenato dagli inganni del demonio, ce l’aveva con Dio. Chi per il dolore, la malattia, il mobbing, il razzismo, i campi di concentramento, le torture, la guerra, la droga, le violenze, i disastri naturali, le incomprensioni, gli affetti che tradiscono, le pugnalate alle spalle da parte di chi credevamo un amico, un fratello, la solitudine aspra: il male spazza via dal cuore e dalla mente dell’uomo il volto di Dio e tutto precipita in un abisso senza senso. Mentre la vita si trasforma in un’enorme ingiustizia: vivere per morire, vivere per soffrire.

No. Non è possibile. Dio, se c’è, è un mostro, il peggiore. Viva Barabba allora, viva chi si fa avanti con slogan e sofismi promettendoci di strapparci all’ineludibile sorte del topo. A morte l’ingiusto che ha generato l’ingiustizia. 

View original post 613 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s