Nostra Signora di Lourdes

Standard

“Io sono l’Immacolata Concezione!”.

By leggoerifletto

Nostra Signora di Lourdes

Sedicesima apparizione (25 marzo 1858 – Festa dell’Annunciazione) 

Bernadette arrivò alla Grotta di primo mattino, trovò la Signora già in attesa, circondata da un chiarore di luce celeste in piedi sopra il roseto. 

Erano presenti moltissime persone. La ragazza iniziò a recitare come al solito il santo Rosario. 

La veggente chiese alla Madonna quale fosse il suo vero nome, non ebbe nessuna risposta; solo alla quarta richiesta, la Signora, prendendo un aspetto solenne e nello stesso momento umile, congiunse le mani, le portò all’altezza del petto, guardò il cielo, poi le riaprì e le tese verso Bernadette, infine disse con un tremito nella voce: “Io sono l’Immacolata Concezione!”. 

La veggente, non capendo il significato di questo termine, voleva domandare se non fosse anche la Madre di Dio, ma la Madonna era già scomparsa. Quest’apparizione era durata circa un’ora. 

Tale frase fu per Bernadette incomprensibile, nonostante ciò essa la ripeté alla gente che esclamò in un clamore di gioia. La ragazza corse a riferire al parroco don Peyramale, ripetendosi lungo il cammino le parole dette dalla Madonna. Quando la veggente giunse dal parroco costui le domandò: “La Signora è forse la Beatissima Vergine?” e Bernadette rispose: “No, io credo di no! È l’Immacolata Concezione”. 

Appena sentì pronunciare quel titolo devozionale il parroco si convinse dell’apparizione poiché Bernadette non avrebbe mai potuto conoscere quel nome. 

Una signora istruita spiegò alla veggente cosa significasse quel nome, allora Bernadette fu certa che la “Signora” era la Madonna.

Preghiera a Nostra Signora di Lourdes

Maria, tu sei apparsa a Bernardetta nella fenditura di questa roccia.

Nel freddo e nel buio dell’inverno,

hai fatto sentire il calore di una presenza,

la luce e la bellezza.

Nelle ferite e nell’oscurità delle nostre vite,

nelle divisioni del mondo dove il male è potente,

porta speranza

e ridona fiducia!

Tu che sei l’Immacolata Concezione,

vieni in aiuto a noi peccatori.

Donaci l’umiltà della conversione,

il coraggio della penitenza.

Insegnaci a pregare per tutti gli uomini.

Guidaci alle sorgenti della vera Vita.

Fa’ di noi dei pellegrini in cammino dentro la tua Chiesa.

Sazia in noi la fame dell’Eucaristia,

il pane del cammino, il pane della Vita.

In te, o Maria, lo Spirito Santo ha fatto grandi cose:

nella sua potenza, ti ha portato presso il Padre,

nella gloria del tuo Figlio, vivente in eterno.

Guarda con amore di madre

le miserie del nostro corpo e del nostro cuore.

Splendi come stella luminosa per tutti

nel momento della morte.

Con Bernardetta, noi ti preghiamo, o Maria,

con la semplicità dei bambini.

Metti nel nostro animo lo spirito delle Beatitudini.

Allora potremo, fin da quaggiù, conoscere la gioia del Regno

e cantare con te:

Magnificat!

Gloria a te, o Vergine Maria,

beata serva del Signore,

Madre di Dio,

Tempio dello Spirito Santo!

Amen!

Su più di 7000 dossiers di guarigioni depositati a Lourdes, dopo le apparizioni,ad oggi sono 69 i casi riconosciuti come miracoli dalla Chiesa.

Dei 69 miracoli riconosciuti più dell’ 80% dei miracolati sono donne.

Il miracolato più giovane, al momento della guarigione, aveva 2 anni

I paesi d’origine dei miracolati sono la Francia (55 miracolati), l’Italia (8), il Belgio (3), la Germania (1), l’Austria (1) e la Svizzera (1).

Sei miracolati affermano d’essere stati guariti per intercessione di Nostra Signora di Lourdes, nonostante non fossero mai recati a Lourdes.

La maggior parte dei miracolati (49) é guarita a contatto con l’acqua di Lourdes e di essi 39 nelle piscine.

Preghiera a Nostra Signora di Lourdes

Maria, Nostra Signora di Lourdes,

Che la tua bellezza e il tuo sorriso rinfranchi il nostro cuore!

Che il tuo appello alla penitenza ci trovi disponibili e generosi!

Che le nostre comunità camminino con decisione nella sequela di Cristo, 

e si appoggino senza dubbi sulla fede di Pietro!

Che la manifestazione del tuo nome, « l’Immacolata Concezione », 

ci faccia sperare nell’innocenza ritrovata e desiderare la santità!

Che la luce della Pasqua, accesa al termine della prossima Quaresima, 

ravvivi in noi la fiamma della carità!

O Maria, Regina della pace, 

volgi il tuo sguardo sui popoli vittime della guerra!

O Maria, salus infirmorum, 

concedi ai malati la forza e la speranza!

O Maria, che hai vissuto la povertà, 

aiuta, per mezzo nostro, i più diseredati!

O Maria, Madre della Chiesa, 

ti preghiamo affinchè, come te, 

ognuno sappia dire « sì » agli appelli di Dio!

O Maria, Madre di Dio, 

portaci a cantare il Magnificat perchè il Regno di Dio ci è aperto!

Il testamento spirituale di Santa Bernadette Soubirous

Per l’indigenza di mamma e papà
per la rovina del mulino, per il vino della stanchezza,
per le pecore rognose: grazie, mio Dio!

Bocca di troppo da sfamare che ero;
per i bambini accuditi, per le pecore custodite, grazie!

Grazie o mio Dio, per il Procuratore,
per il Commissario, per i Gendarmi,
per le dure parole di Peyremale.

Per i giorni in cui siete venuta, Vergine Maria,
per quelli in cui non siete venuta,
non vi saprò rendere grazie altro che in Paradiso.

Ma per lo schiaffo ricevuto, per le beffe, per gli oltraggi,
per coloro che mi hanno presa per pazza,
per coloro che mi hanno presa per bugiarda,
per coloro che mi hanno presa per interessata.
GRAZIE, MADONNA!

Per l’ortografia che non ho mai saputa,
per la memoria che non ho mai avuta,
per la mia ignoranza e per la mia stupidità, grazie!

Grazie, grazie, perché se ci fosse stata sulla terra
una bambina più stupida di me, avreste scelto quella!

Per la mia madre morta lontano,
per la pena che ebbi quando mio padre,
invece di tendere le braccia alla sua piccola Bernadette,
mi chiamò Suor Maria Bernarda: grazie, Gesù!

Grazie per aver abbeverato di amarezza
questo cuore troppo tenero che mi avete dato.

Per Madre Giuseppina che mi ha proclamata:
“Buona a nulla”.
GRAZIE!

Per i sarcasmi della madre Maestra, la sua voce dura,
le sue ingiustizie, le sue ironie,
e per il pane della umiliazione, grazie!

Grazie per essere stata quella cui la Madre Teresa
Poteva dire: “Non me ne combinate mai abbastanza”.

Grazie per essere stata quella privilegiata
dai rimproveri, di cui le mie sorelle dicevano:
“Che fortuna non essere come Bernadette.
Grazie di essere stata Bernadette,
minacciata di prigione perché vi avevo vista,
Vergine Santa!

Guardata dalla gente come bestia rara;
quella Bernadette così meschina che a vederla si diceva:
“Non è che questa?!”.

Per questo corpo miserando che mi avete dato,
per questa malattia di fuoco e di fumo,
per le mie carni in putrefazione,
per le mie ossa cariate, per i miei sudori,
per la mia febbre, per i miei dolori sordi e acuti,
GRAZIE MIO DIO!

Per quest’anima che mi avete data, per il deserto della aridità interiore,
per la vostra notte e per i vostri baleni,
per i vostri silenzi e i vostri fulmini;
per tutto,
per Voi assente e presente, grazie! Grazie o Gesù!

PREGHIERA A SANTA BERNADETTE

O Santa Bernadette,fanciulla semplice e pura,
che hai contemplato diciotto volte a Lourdes
la bellezza dell’Immacolata
e hai pregato con Lei
e che poi hai voluto nasconderti nel chiostro di Nevers
e offrirti a Dio per i peccatori,
ottienimi quello spirito di purezza, di semplicità,
di mortificazione e di preghiera
che condurrà anche me
alla visione di Dio e di Maria in Cielo. Amen.
Pater, Ave, Gloria

 

Il canto dell’anima

 
“Siate capaci di colmare la terra di Misericordia!
Riempite tutte le solitudini di oggi, tutte le
assenze di amore, tutte le nostalgie di accoglienza.
Siate mani di risurrezione.
Abbiate la gioia di Cristo Risorto
e presente in mezzo a noi;
la gioia della preghiera che giura sull’impossibile.
La gioia della fede, del chicco di grano,
seminato, forse per tanto tempo,
nell’oscurità della terra, squarciato dalla morte,
dalla persecuzione, dal dolore,
e che diventa, adesso,
spiga di pane, di primavera”.

La  benedizione della Vergine Maria discenda su di noi.

Amen

La benedizione di tutti i Santi e Sante ci custodisca in questa notte.

Amen

L’angelo custode ci protegga dalle insidie del nemico maligno.

Amen.

Nel  nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

Buona giornata a tutti. 🙂

www.leggoerifletto.it

www.leggoerifletto.com

www.efuseraefumattina.blogspot.it

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s