“Il libro dell’abbondanza” narra la storia di Abramo, in qualche modo la nostra storia.

Standard

 

Libro dell'abbondanza Igor Sibaldi

Mi hanno regalato un libro del teologo Sibaldi si intitola “il libro dell’abbondanza” e narra la storia di Abramo, in qualche modo la nostra storia.

Abbondanza non è un termine abituale sulla bocca di Gesù, ma la sua vita ne è ricolma: vi ricordate quei pochi pani per cinquemila persone, quella pelle di primavera per dieci lebbrosi, cento fratelli per chi ha lasciato la casa, perdono per settanta volte sette, un vaso di nardo per 300 denari, l’acqua che disseta per sempre…Così è Dio, e così è Gesù, venuto perché abbiamo la vita piena, abbondante, gioiosa, magnifica, eccessiva; vita che rompe gli argini e tracima e feconda, che profuma di amore e di libertà.Gesù non è venuto a pretendere ma ad offrire, non chiede niente, dona tutto. La sua vocazione, e di conseguenza pure la nostra, è di lasciare questo mondo un po’ più bello di come l’abbiamo trovato. Se la nostra immagine di Dio fosse questa, abbondanza di vita, ogni altra cosa scomparirebbe. Oggi allora proviamo a dimenticare la parola mancanza, errore, peccato. Oggi dedichiamoci alla cura di ciò che ci è dato in abbondanza! Serve solo una cosa: occhi capaci di vedere bene il bene!

Fra Giorgio Bonati
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s