III ^ DOMENICA AVVENTO così detta GAUDENTE

BUONA DOMENICA ED AUGURI DI BUON NATALE DI GESU’ A TUTTI !…

Breve riflessione.

La gioia per l’uomo viene dal sentirsi amato, infatti, quando avvertiamo intorno a noi l’amore delle persone care, degli amici, dei colleghi, delle persone che incontriamo nella vita di tutti i giorni, sentiamo una vera soddisfazione interiore, infatti, il peso della solitudine, anche in mezzo ad una moltitudine di persone, deriva proprio dal non avvertire più, intorno a noi, che qualcuno ci ami che qualcuno ci pensi.

Ma la “Vera Gioia” per l’uomo, invece, è scoprire di essere amato da Dio in una maniera: gratuita, incondizionata, instancabile, inesauribile, fedele, infinita … al di là dei nostri egoismi, delle nostre incapacità, delle nostre mancanze, delle nostre debolezze ed è proprio questa la buona notizia racchiusa nei vangeli che Gesù è venuto a portare, ci ha presentato un Dio AMORE ricco di Misericordia e quando noi Lo cerchiamo, Lui è già lì che ci aspetta, anzi no, ci viene incontro. Perciò papa Francesco, più volte ha ribadito nei suoi discorsi: «Dio mai si stanca di perdonarci, il problema è che noi ci stanchiamo di chiedere il perdono, non ci dobbiamo stancare mai, Lui è il padre amoroso che sempre perdona, che ha misericordia per tutti noi».

Lo stesso Gesù suggerì ai discepoli come raggiungere e conservare la gioia piena, infatti disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore.

Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena» (vangelo di Giovanni cap.15, 9-11).

Per questo motivo il Papa Francesco, nel definire Gesù fonte di vera gioia precisa: “Quanti hanno incontrato Gesù lungo il cammino, sperimentano nel cuore una serenità e una gioia di cui niente e nessuno potrà privarli. La nostra gioia è Gesù Cristo, il suo amore fedele inesauribile! Perciò, quando un cristiano diventa triste, vuol dire che si è allontanato da Gesù. Ma allora non bisogna lasciarlo solo! Dobbiamo pregare per lui, e fargli sentire il calore della comunità”. (Angelus del 15/12/2013).

Allo stesso modo san Paolo, nella lettera ai Filippési, esorta i cristiani a rimanere nel Signore, infatti testualmente afferma al capitolo 4, versetti 4-7 : “Fratelli, siate sempre lieti nel Signore, ve lo ripeto: siate lieti. La vostra amabilità sia nota a tutti. Il Signore è vicino! Non angustiatevi per nulla, ma in ogni circostanza fate presenti a Dio le vostre richieste con preghiere, suppliche e ringraziamenti. E la pace di Dio, che supera ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e le vostre menti in Cristo Gesù.

IL Quadro rappresenta L’adorazione del Bambino(Adoration of the Child), 1620 di Gerard van Honsthorst

da Pino Vangone FB

Sai rimanere a bocca aperta?

Una volta le statuine del presepio si misero a borbottare. Tutte avevano qualcosa in mano da regalare a Gesù Bambino: un uovo, un po’ di farina, un po’ di latte di capra, un dattero … Soltanto una non aveva niente. Se ne stava là fissa, immobile con la bocca spalancata. Non faceva che una cosa sola: guardava incantata il Bambino. Proprio per questo la chiamavano ‘Incantata’ . Le statuine le gridavano: “Non ti vergogni? Vieni alla grotta e non porti niente?” I rimproveri aumentavano sempre più, tanto che la Madonna dovette intervenire: “Non insultate ‘Incantata’! Per favore non urlate! Svegliate il mio Bambino!” Le statuine, sentendo la Madonna così commossa e decisa, subito se ne stettero ben zitte. Ma Gesù, avvertì il passaggio dal rumore al silenzio e si svegliò. Aprì gli occhi che si incontrarono con quelli di ‘Incantata’. Il Bambino le fece il più bel sorriso del mondo. Allora ‘Incantata’ si convinse ancora di più che Natale è la meraviglia delle meraviglie! Si convinse ancora di più che Natale è una cosa unica inaudita: un Dio che viene da noi e prende carne umana. Si convinse che Natale è un’esplosione di luce. Un dolce arcobaleno che unisce il Cielo alla terra, per abbracciarla e riscaldarla!

Natale: un Dio che viene da noi e prende carne umana…

Ma questo mondo rimane ancora “incantato” da questo avvenimento?

Pensieri del Gufo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s