Non lasciate che la giornata termini senza essere cresciuti un po’, senza aver sorriso molto, senza avere alimentato i propri sogni. Non fatevi vincere dallo scoraggiamento. Non desistete dal desiderio di rendere la vostra vita straordinaria.

Dal Vangelo di oggi… Santa Marta

Dal Vangelo secondo Giovanni 11,19-27

In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa.
Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà».
Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà». Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell’ultimo giorno».
Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?». Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo».

Parola del Signore.

www.lachiesa.it

Sia fatta la Tua volontà…

…Il greco ci viene in aiuto: “volontà ” si dice telema che deriva dalla parola fine, compimento. Allora qual è la volontà di Dio? Che io mi compia! Che io giunga alla pienezza della mia persona; in una parola: che io sia felice. Questa è l’unica volontà di Dio. Ogni modalità che io scelgo e che credo possa compiermi, questa è volontà di Dio. Stiamo attenti a non cadere nel tranello che ci sia una volontà di Dio in cielo che io devo vivere di qua. Sia fatta la tua volontà cioè mi impegno, con la tua grazia, col tuo aiuto a compiermi in pienezza e a far sì che tutti quelli che mi stanno accanto possano compiersi. Io sono un seme e la volontà di Dio è che io sbocci, che possa spalancarmi alla vita in pienezza. Dalla Genesi all’Apocalisse (cioè in tutta la Bibbia) c’è una sola volontà di Dio che viene racchiusa in una bellissima parola: “Facciamo l’uomo” (Gn 1,26). Volontà di Dio è che finalmente l’uomo venga fuori, torni “a casa”, si compia per ciò che deve essere. In ultima analisi è vittoria su tutte le solitudini. “Questa è la volontà di Dio, la vostra santificazione” (1Ts 4,3) Cos’è la santità? E’ l’uomo maturo, l’uomo compiuto. (Nulla ha a che fare con la moralità). La volontà di Dio in noi, se compiuta, produrrà solo pace, gioia, serenità. Quindi invocare sia fatta la tua volontà vorrà dire “agisci in me, Signore, affinché io mi possa espropriare sempre più del mio ego, e possa diventare sempre più me stesso”. La volontà di Dio sarà compiuta quando tutti i suoi figli potranno giungere alla felicità. Tutti!

✨✨✨✨✨✨

Nuvole bianche

Guardo il cielo e incastonate nella trasparenza dell’azzurro le nuvole, così belle da incantarsi, e immaginare un artista divino che col suo pennello di vento accarezza il cielo e disegna forme bianche così leggere.

Più in basso un venticello leggero scompiglia la vita, solletica foglie e alberi, fa volteggiare le mie rondini che felici ringraziano il cielo, la vita.

Dio, il vento, le rondini…

sono creativi, sono continuamente capaci di modellare il creato e se stessi.

Ho imparato che essere creativi è medicina, una delle migliori cure per l’intera vita.

Qualcuno scriveva che la creatività non è un sostantivo e nemmeno un verbo: è un luogo, un’unione, un raduno. Onorare la nostra creatività vuol dire osservare, risvegliarci, non essere più solo consumatori del nostro tempo, delle nostre relazioni, delle cose che abbiamo a disposizione, ma anche divenire a nostra volta partecipi, creatori di legami profondi con il mondo e con le cose. L’immaginazione è centrale in questo processo: ci desta dal torpore. Se non nutriamo la nostra immaginazione, la nostra anima non sente più, si addormenta, si anestetizza, si allontana dalla commozione, dallo stupore. Ci sono giorni in cui occorre rischiare, ritrovare il coraggio, il desiderio.

Forse essere creativi è il modo migliore per vivere senza sopravvivere.

Mi metterò alla scuola delle rondini, del vento, e di Dio.

Fra Giorgio

Non lasciate che la giornata termini senza essere cresciuti un po’, senza aver sorriso molto, senza avere alimentato i propri sogni. Non fatevi vincere dallo scoraggiamento. Non desistete dal desiderio di rendere la vostra vita straordinaria.

Walt Whitman

da FB gruppo fraternità di Romena

One thought on “Non lasciate che la giornata termini senza essere cresciuti un po’, senza aver sorriso molto, senza avere alimentato i propri sogni. Non fatevi vincere dallo scoraggiamento. Non desistete dal desiderio di rendere la vostra vita straordinaria.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s